Nella bozza di decreto legge sostegni l’ipotesi del rinvio per le segnalazioni promosse dal Fisco

Slitta l’entrata in vigore dell’allerta. Almeno per quanto riguarda le segnalazioni promosse dall’amministrazione finanziaria. La misura è contenuta nella bozza di decreto legge sostegni in via di presentazione al consiglio dei ministri.

Il rinvio, si sottolinea, è deciso in una prospettiva di emergenza, come quella determinata dall’epidemia Covid, e ha come obiettivo quello di evitare il proliferare di segnalazioni alimentate dall’Agenzia delle entrate di irregolarità nell’adempimento degli obblighi tributari, Iva in particolare, compiute da imprese oggetto magari di interventi di sostegno.

Per effetto dello slittamento, i primi inadempimenti che potranno essere oggetto di segnalazione da parte del Fisco saranno relativi al periodo gennaio-marzo del 2023, la cui liquidazione Iva scade al 16 maggio del medesimo anno.

Fonte “Norme e Tributi Plus Diritto” de “Il Sole 24 Ore” del 06/03/2021